Traccia corrente

Titolo

Artista


LATIN GRAMMY AWARDS 2021: VINCITORI E PUNTI SALIENTI

Scritto da il Novembre 19, 2021

Giovedì di premiazioni in quel di Las Vegas, stanotte presso la MGM Grand Garden Arena si è celebrata la 22esima edizione dei Latin Grammy Awards.

Il logo ufficiale della 22esima edizione de i Latin Grammy Awards 2021.
Photo Credit: Grammy

La città del Nevada ha vissuto momenti intensi tra red capet, la consegna de i riconoscimenti agli artisti e le esibizioni che hanno animato la cerimonia di premiazione. Quest’anno si è finalmente tornati a rivivere questi eventi da vivo, la scorsa edizione infatti era stata realizzata virtualmente senza la presenza di ospiti e pubblico.

Se per i Latin Grammy 2020 non c’è stato “nessuno” ad attendere la serata, per i Latin Grammy 2021 i presenti sono stati tantissimi.

Come anticipato nelle scorse #MamboNews, l’evento è stato aperto dall’esibizione di gruppo di Gloria Estefan, Farina, Giulia Be, Diego Torres, Pedro Capó, Anitta e Carlinhos Brown con due brani originali dell’icona cubana del pop latino ed un rifacimento della canzone brasiliana di Sergio MendesMagalenha”.

Successivamente ha seguito la banda di musica ranchera Grupo Firme con “Me Gustas” e “Ya Superame”.

Presente durante la manifestazione la famiglia Montaner: Evaluna e il prossimamente nonno Ricardo Montaner hanno introdotto il corrispettivamente marito e genero Camilo. Il futuro papà ha portato due delle hit dell’album “Mis Manos” uscito lo scorso 5 marzo: “Vida de Rico” e “Kesi”.

La serata ha poi continuato con un frammento urbano con un tocco di salsa. Sono saliti sul palco Myke Towers, Jay Wheeler, DJ Nelson e il pianista salsero Sergio George sulle note di “Pin Pin” e “La Curiosidad”.

Come di consuetudine non può mancare il momento di tributo per le leggende della musica latina. Durante questa edizione è stato ricordato il cantautore, compositore, musicista e pianista Armando Manzanero, considerato il più grande compositore messicano del periodo post-bellico, venuto a mancare il 28 dicembre 2020. A farlo sono stati Carlos Rivera, Nella e Paula Arenas dedicando due dei suoi più grandi successi: “Esta Tarde Vi Llover” e “Todavía”.

 

Tra le altre esibizioni della prima parte segnaliamo quella dell’amatissimo Ozuna, che in occasione dei Latin Grammy ha cantato “Del Mar” e il nuovo singolo bachata “Señor Juez” in compagnia di Anthony Santos.

Dolcissima l’esibizione seguente che ha visto come protagonista Mon Laferte ed il suo pancione accompagnata da Gloria Trevi e La Arrolladora Banda El Limón sulla melodia di “Se Me Va a Quemar el Corazón” e “La Mujer”.

Il secondo segmento dello show in ordine di esecuzione ha visto un momento girl power ed un altro emozionante e pieno di significato.

La prima performance -resa nota già alle prime anticipazioni- è quella che ha visto come ospite speciale la diva del pop Christina Aguilera. Come sappiamo la cantante statunitense dal sangue parzialmente latino sta attualmente lavorando ad un album interamente in spagnolo di cui ancora non si sa il titolo. Ieri sera ha debuttato il secondo singolo della prossima era intitolato “Somos Nada” e successivamente l’hanno raggiunta sotto i riflettori Becky G, Nathy Peluso e Nicki Nicole per il primo estratto “Pa Mis Muchachas”.

Juan Luis Guerra, Calibre 50, Banda el Recodo, Danna Paola e Los Dos Carnales hanno preceduto il frammento più intenso della serata. Presentati da Gloria Estefan, sono saliti sul palco Yotuel, Gente de Zona, Descemer Bueno, Maykel Osorbo e El Funky che hanno portato il messaggio di “Patria y Vida”. La canzone dedicata alla loro terra è stata riconosciuta dall’accademia Grammy come la “Canzone dell’Anno” – e non solo-, titolo che i cantanti hanno dedicato ai 12milioni di cubani che vivono nell’isola.

Ha chiuso dopo Maná e Alejandro Fernández, Bad Bunny con “Maldita Pobreza”, brano presente nel suo ultimo album “El Último Tour del Mundo”.

 

Passando allea consegna dei grammofoni d’oro c’è da menzionare anzitutto i premi speciali che l’accademia comunica al pubblico prima delle nomination. Rúben Blades oltre ad esibirsi insieme a Juanes e Emmanuel del Real, ha ritirato il premio “Persona dell’Anno”, il quale viene assegnato agli artisti per i risultati raggiunti nel campo artistico e per l’impegno filantropico.

l “Premio alla Carriera” lo hanno ricevuto otto artisti che hanno dato contributi di eccezionale significato artistico alla musica latina, questi sono: Martinho Da Vila, Emmanuel, Pete Escovedo, Sheila E., Fito Páez, Milly Quezada, Joaquín Sabina e Gilberto Santa Rosa.

Infine il “Premio Fiduciario” lo hanno ricevuto due artisti quali Guillermo “Memo” Acosta ed Egidio Cuadrado per i contributi significativi alla musica latina nel corso della carriera.

Il cantante che ha raccolto più candidature e anche più grammofoni è stato Camilo, in pari merito con Juan Luis Guerra. Entrambi hanno riscosso 4 premi.

Di seguito la lista dei vincitori:

CATEGORIA GENERALE

Registrazione dell’Anno”: “Talvez” – Caetano Veloso, Tom Veloso

Album dell’Anno”: “SALSWING!” – Rubén Blades y Roberto Delgado & Orquesta

Canzone dell’Anno”: “Patria y Vida” – Yotuel, Gente de Zona, Descemer Bueno, Maykel Osorbo, El Funky

Migliore Artista Nuovo”: Juliana Velásquez

 

CATEGORIA POP

Miglior Album Vocale Pop”: “Mis Manos” – Camilo

Miglior Album Vocale Pop Tradizionale”: “Privé” – Juan Luis Guerra

Migliore Canzone Pop”: “Vida de Rico” – Camilo

 

CATEGORIA URBANA

Migliore Fusione/Performance Urbana”: “Tattoo (Remix)” – Rauw Alejandro, Camilo

Migliore Performance Reggaeton”: “Bichota” – Karol G

Migliore Album Musica Urbana”: “El Último Tour del Mundo” – Bad Bunny

Migliore Canzone Rap/Hip-Hop”: “Booker T” – Bad Bunny

Migliore Canzone Urbana”: “Patria y Vida” – Yotuel, Gente de Zona, Descemer Bueno, Maykel Osorbo, El Funky

 

Per scoprire tutti i vincitori clicca qui!